Perla dell'Adriatico

Figlio naturale di Francesco I Sforza duca di Milano e della gentildonna napoletana Giovanna d’Acquapendente, fu comandante militare e primo conte di Borgonovo (Piacenza).

Cenni storici

Grottammare continuò a godere di molto prestigio in tutta la zona grazie al suo attivissimo porto che, oltre ad avere funzione difensiva, nel 1643 fu scelto come sede per un ufficio governativo che controllava gli imbarchi e gli sbarchi nelle spiagge di San Benedetto, Cupra e Pedaso.

Cenni storici

L’origine storica di Grottammare è stata oggetto di discussioni e diatribe, a partire dall’ubicazione originaria della cittadina rivierasca. Due sono le ipotesi più attendibili sul luogo di origine di Grottammare; la prima è quella che si fonda sull’esame dei resti del tempio di una divinità pagana, la dea Cupra, che sono stati rinvenuti a circa un chilometro a sud – ovest del torrente Tesino, là dove ora si erge la medievale chiesa di San Martino.

Personaggi illustri

Giacomo Pomili, in arte “Il Tarpato”(1925), cominciò a dedicarsi alla pittura fin dalla metà degli anni ’60 , dopo essere stato colpito da una grave malattia ai polmoni. E’ forse in quell’occasione che scopre un talento artistico che lo porterà a creare numerose opere pittoriche rivelando un naturale talento, svincolato dalle influenze della pittura accademica.

Personaggi illustri

Pericle Fazzini nasce nel 1913 a Grottammare, dove già giovanissimo aiuta il padre scultore ed ebanista rivelando un precoce talento.

Personaggi illustri

Mario Rivosecchi, conosciuto soprattutto per le sue raccolte di poesie, in cui spesso evoca i paesaggi e i luoghi della sua terra natìa, nasce a Grottammare nel 1894 e qui trascorre i primi 10 anni di vita.

Personaggi illustri

Giulio Laureati nacque a Grottammare l’11 luglio 1877 e dopo essersi laureato a Pisa in Scienze Agrarie nel 1903, si dedicò presto e con passione alla costruzione di aeromobili: Vittorio Luce in un articolo sulla “Rivista Marchigiana Illustrata” del 12 agosto 1911 scrive «un signore marchigiano ha quasi ultimato un aeroplano di sua speciale struttura.»

Personaggi illustri

Sisto V, ovvero Felice Peretti, aveva un grande senso della giustizia e del “vero” che perseguiva in ogni cosa con intransigenza, tanto che la sua rigidità gli fece guadagnare molte inimicizie tra i suoi “confratelli”.

Storia
a Grottammare